Pro Loco Ferrara: Il Ducato – N°47

1 / 3

Caption Text
2 / 3

Caption Two
3 / 3

Caption Three




Le Associazioni Pro Loco Ferrara e Terra Identità alla ricerca dell’identità ferrarese con il numero 47 della rivista Il Ducato – Terre Estensi

E’ disponibile al vasto pubblico degli appassionati di storia locale ed estense il numero 47 della ormai storica rivista modenese Il Ducato, nel quale ha trovato spazio il Dossier “Ferrara Protagonista a cura di APS Pro Loco Ferrara e con il quale sommiamo le nostre energie a quelle dell’Associazione Terra e Identità di Modena in un percorso comune di ricerca e divulgazione intorno la storia delle Terre Estensi e per quel che ci concerne rivolgendo particolare attenzione alla storia della città di Ferrara e del suo territorio provinciale. . . .

I saggi pubblicati corrispondono alla volontà di sottolineare la straordinaria, multidimensionale, ricchezza del patrimonio culturale ferrarese ed infatti intrecciano la storia antica con quella contemporanea, la storia estense con il succedersi delle dominazioni pontificia e francese, le arti del rinascimento estense con vicende artistiche tutt’altro che locali.

A nostro avviso Ferrara è sempre stata ed ancora oggi si mostra quale città liminare tra aree culturali ben più definite, in primo luogo l’Emilia, la Romagna e il Veneto e non nascondiamo che quanto pubblicato vuole essere un contributo nella direzione di una nuova consapevolezza dell’identità locale, partendo dall’ipotesi tutta da verificare che peculiarità della ferraresità sia quella di essere una identità debole o meglio e più corrosivamente detto: meticcia; costantemente sottoposta ad integrazioni e ridefinizioni in virtù di un posizionamento geografico che basso padano e fluvio mediterraneo ha reso il territorio ferrarese morfologicamente e demograficamente “mobile”, aperto ai mutamenti superficiali della storia come alle influenze culturali che provenienti dai quattro punti cardinali sembrano avere ripetutamente trovato sulle rive del Grande Fiume, quindi entro le mura della città, una originale, spesso poco percepita, sintesi.

Con tale orientamento di fondo abbiamo voluto pubblicare i saggi in cui Paola De Santis descrive la genesi e l’evoluzione del Museo Archeologico Nazionale di Ferrara oggi da lei diretto; Marco Chinaglia ci mostra le tracce estensi del plasticatore fiorentino Michele vissuto tra il 1385 e il 1457 e lungamente operoso tra Emilia, Ferrara e Veneto; Micaela Torboli analizza la poco studiata pala di San Diego ancora oggi visibile nella Chiesa francescana di Santo Spirito; Chiara Guerzi fa sintesi dei propri studi sull’arte al tempo di Nicolò III facendo luce sulle “Madonne” dipinte dal maestro dagli occhi ammiccanti; Fulvio Diego Papuchado porta all’attenzione dei lettori le notevoli vicende di una donna ebrea sefardita dalla vita decisamente avventurosa: Grazia Nasi alias Beatriz de Luna; Andrea Cavallari svela i segreti della Ferrara sotterranea ovvero ci racconta le vicende dal Canale Panfilio oggi nascosto sotto l’asfalto di Viale Cavour; Daniele Biancardi pubblica una sintesi delle proprie ricerche su Teodoro Bonati, decano degli ingegneri idraulici ferraresi al tempo di Napoleone Bonaparte con un interessante appendice sulla complessità dei pesi e delle misure in essere nell’antico regime; di arte tra Otto e Novecento scrivono invece Arianna Fornasari e Lucio Scardino offrendoci due profili d’artista piuttosto negletti dalla critica e storiografia estensi: lo scultore Antonio Garella e la pittrice Vera Scardino; e se sempre a cavallo dei due secoli XIX e XX si vanno sviluppando i conflitti sociali derivanti dalla Grande Bonifica Ferrarese, è al termine della prima guerra mondiale che la violenza politica raggiunge l’apice e la riflessione di Andrea Rossi è infatti incentrata sulla politica della violenza e la militarizzazione del Partito Nazionale Fascista operate con indubbio successo dal gerarca ferrarese Italo Balbo.

Invitiamo soci, amici e cittadini interessati alla presentazione pubblica del Dossier Ferrara Protagonista che avverrà la mattina di Sabato 24 ottobre in concomitanza con l’apertura della VI edizione della grande manifestazione enogastronomica e culturale Autunno Ducale nelle Terre Estensi ideata ed organizzata da APS Pro Loco Ferrara presso Il Castello Estense e nelle piazze Castello, Savonarola e Repubblica.

Le edicole e le librerie, nonché i singoli lettori, che vogliano entrare in possesso del numero 47 de la Rivista il Ducato possono contattarci tramite email: autunno.ducale@gmail.com e tel. e Whatsapp 340-6494998 (Alessandro). Il prezzo di vendita al pubblico è di euro 10.

Attualmente Il Ducato è acquistabile a Ferrara presso le librerie:
Bancarella del Libro in Piazza Municipio
Cartoleria Sociale in Piazza della Repubblica 8
Libreria Ecce Libro in via saraceno 32
Libreria Sognalibro in via Saraceno 43

Sviluppato da Edit Art