Organo di San Giorgio

Organo San Giorgio
Organo San Giorgio

Il nuovo grande organo di S.Giorgio

Organo già funzionante ,in attesa solo del ritocco finale dell’accordatura generale,da eseguirsi prima del concerto dell’Inaugurazione Ufficiale di cui non è stata ancora stabilita la data.

Si tratta di uno strumento a 3 tastiere di fattura integralmente artigianale con caratteristiche di pregio, eseguito artigianalmente dalla famiglia Pinchi di Foligno.

La sua realizzazione si ispira a quelle della Germania del Nord, di Epoca Barrocca , ed è stato concepito per la migliore esecuzione della musica di quel periodo ,che ebbe grande diffusione anche in Italia e Francia ,paesi nei  quali vennero sviluppate analoghe famose letterature organistiche e di cui Bach e indubbiamente l’autore più famoso in Europa.

Per la sua realizzione ,per la prima volta in Italia,è stata utilizzata nella ricostruzione, la “Ricerca Organaria” dell’Università svedese di Goteborg,nella quale ,in quel paese sono stati investiti alcuni Milioni di €uro, la quale è incentrata nello studio sistematico dell’opera dell’Organaro Arp Schnitger – nato in Germania a Schmalenfleth nel 1648 e morto a Neufelde nel 1719- il quale è  considerato uno dei più grandi costruttori di Organi mai esistito.

Qualcosa che ricorda il nostro Stradivari,per i  suoi violini.

La ricostruzione si è avvalsa della collaborazione dell’Organaro Ahrend,tra i più stimati della nostra epoca,  e famoso per la sua esperienza,in quanto  è intervenuto su alcuni grandi Organi Storici supertiti ancor oggi, in Germania.

Fatto che ha permesso la ricostruzione filologica dei registri musicali concepiti alla fine del XVIII secolo, proprio da Schnitger,suscitando l’unamime plauso da parte di conosciuti Organisti e di Studiosi di Organaria.in tuta Italia e non solo.

L’Organo ha così ripreso il suo posto nella Basilica di San Giorgio, sulla Cantoria in contro-facciata,all’interno della magniloquente cassa  Tardo-Manieristica,alta oltre 10 metri,tra le principali esistenti ,che così ora può rivivere in tutto il suo splendore sonoro.

A tutto ciò si aggiunga l’eccezionale acustica della Chiesa,dovuta al fatto che il soffitto è costruito tutto in legno a “carena di nave”, struttura tipica in alcune chiese di Venezia,il chè rende l’ascoltare la musica di questo Organo,suonato dal M° Luigi Locatelli, un’esperienza unica,che però si ripete per i fedeli e per gli amanti di queste sonorità, ogni Domenica Mattina durante la Santa Messa  (delle 11,15 ). ( Testo di Viola Arch. Lanfranco )

Visita il sito : http://www.organosangiorgio.it/

Sviluppato da Edit Art