Palazzo Roverella

In angolo fra il corso della Giovecca e la via Boldini, è il palazzo Roverella, opera attribuita a Biagio Rossetti (1508) e realizzata nell’ambito dell’addizione di Ercole I.

Facciata a due piani, divisa da  cornici e lesene in cotto, con rilievi elaborati.

Le finestre sono sormontate da un frontone triangolare; sulla porta, adorna di marmi, una bella trifora.

 

 

Sviluppato da Edit Art